Monte Alben - Val Seriana - Valli Bergamasche

Domenica 7 Giugno 2015

MONTE ALBEN (2019 m)
Val Seriana
Valli bergamasche

Accompagnatori: Celeste Groppo (AE), Otello Danieli, Roberto Piacentini, Graziano Molon.

Ore 05.30 – Partenza in pullman da Chiampo.
Ore 05.45 – Partenza da Arzignano.
Ore 18.30 – Partenza in pullman per il rientro.
Ore 22.00 – Arrivo previsto ad Arzignano.

Difficoltà: E/EEA - Tempo: 7 ore circa – Dislivello: 750 m circa
Equipaggiamento: da escursionismo
(in aggiunta per comitiva alpinistica: casco, imbrago e set da ferrata completo e omologato)

Iscrizioni e informazioni: in sede al martedì o tel. 3496336030 (Celeste Groppo - ore serali).

L'Alben è una caratteristica montagna forgiata a ferro di cavallo che si alza isolata tra le valli Brembana e Seriana, simbolo delle Prealpi Bergamasche, cara a molti alpinisti fra i quali spicca il nome di Walter Bonatti.

Il gruppo è composto da tre cime dolomitiche: l'Alben (2019 m), la Cima della Croce (1978 m), la Cima della Spada (1952 m). Dal Passo di Zambla, raggiunto in pullman per la val Seriana, imbocchiamo a piedi la stradina che porta al Passo della Crocetta e arriva a uno spiazzo oltre il quale, sulla sinistra, si dirama il sentiero 501 che sale ripido prima nel bosco, poi per valloncello, fino al Col dei Brassamonti. Si incrocia una deviazione per il Bivacco Nembrini, che si può visitare, e si prosegue a destra passando sotto il caratteristico Torrione dell'Alpen e dopo alcuni tornanti si giunge al Passo la Forca (1848 m). Seguendo il sentiero di destra in mezzora circa si arriva alla Cima della Croce (1978 m), dove arriva anche l'altra comitiva.

Chi invece sceglie di salire per la via Ferrata "Maurizio", dal bivio preso dagli escursionisti, continua sulla carrareccia e sale agli impianti dello skilift, da dove per larga traccia si arriva alla partenza della ferrata. Dopo aver indossata l'attrezzatura si inizia il percorso, facile nella prima parte, difficile e impegnativo nella parte successiva, che si presenta con molti tratti verticali, articolato ed esposto. E' attrezzato con funi e infissi metallici che richiedono impegno fisico, anche se con l'aiuto di pioli d'appoggio. Dall'uscita della ferrata si percorre la cresta finale che porta alla vetta della Cima della Croce per riunirsi all'altra comitiva. Dopo la sosta si ritorna al Passo della Forca per scendere a destra verso Casere Alte e per sentiero 502 si passa nei pressi di una Cappelletta e si raggiunge il Passo del Sappli (1516 m), Si continua scendendo nel bosco sino a raggiungere un bivio. Qui si lascia il sentiero 502 e si prosegue a destra sino alla Baita Mussa Alta da cui si scende fino a ritornare a Pian di Palla e quindi al punto di partenza.

Newsletter

Link Esterni