Attività Estive

Le attività estive 2023... (sulla sezione programma potete scaricare le attività in pdf)

Sabato 6 luglio

Questa cima è un’isolata cresta rocciosa che appartiene al gruppo del Pomagagnon-Cristallo, nelle dolomiti Ampezzane, e gode di una vista a 360° sulla valle d´Ampezzo e sui gruppi montuosi adiacenti. Saliamo con il pullman alla località Fiames, pochi chilometri dopo Cortina, fino all’omonimo albergo Fiames (1300m). Iniziamo la nostra escursione sul sent. 218 che percorreremo tutti insieme solo per un breve tratto.

Gruppo Escursionistico:
Si continua su sent. 218 che sale prevalentemente nel bosco con andatura regolare fino ad incrociare (1670m) il sent. 202. Seguendolo, risaliamo il ripido canalone detritico che ci porta alla forcella del Pomagagnon (2178m) e poi una traccia sulla sinistra, ci porta alla vicina Punta Fiames (2240m). Raggiunta la cima, lo spettacolo è veramente notevole: siamo davanti ad un panorama indimenticabile su Tofane, Sorapis, Cinque Torri, Croda Rossa, Croda del Becco.
Difficoltà: EE
Tempo: 8,00 ore.
Dislivello: +1000m -1000m
Equipaggiamento: da escursionismo.
Accompagnatori: Paride Zordan (AE), Clelia Zappon (AE).


Gruppo Ferrata:
lasciato il sent. 218, per una traccia sulla sinistra si sale inizialmente nel bosco fino a sbucare di fronte ad un ampio canalone detritico che è necessario risalire completamente. La ferrata Strobel inizia un po’ oltre il termine del canalone, sulla destra (1750m). Si presenta come una ferrata di media difficoltà, che risale l’esposta parete sud-ovest di Punta Fiames ed è caratterizzata da passaggi diversi fra loro, un’alternanza di salite in verticale con scale, camini e placche intervallate da cenge con pini mughi. Da non sottovalutare alcuni passaggi nei camini poiché potrebbero impegnare le braccia. Seguendo rigorosamente il cavo arriviamo alla nostra meta dove incontriamo il gruppo escursionistico.
Difficoltà: EEA
Tempo: 8,00 ore.
Dislivello: +1000m. -1000m
Equipaggiamento: kit da ferrata, imbrago alto e basso, casco e guanti.
Accompagnatori: Valeria Orsetti (AE), Enrico Pegoraro (AE).

A gruppi riuniti proseguiamo per la discesa sul versante opposto: ritorniamo brevemente alla forcella del Pomagagnon ma imbocchiamo il sent. 202 in direzione nord, verso la Val Pomagagnon. La discesa è inizialmente su terreno detritico per diventare successivamente erboso sui cosiddetti Prade (prati) del Pomagagnon, dove betulle e mughi si alternano a splendidi prati d’alta quota. A quota 1700m incrociamo il sent. 201 che percorriamo verso sinistra per discendere la Val Granda quasi fino all’incrocio con la strada (1400m). Da qui un comodo sentiero in leggera discesa aggira il nostro gruppo montuoso riportandoci al pullman.

Ore 4.45 partenza da Chiampo.

Ore 5.00 partenza da Arzignano.

Ore 22.00 arrivo previsto ad Arzignano.

Trasporto: Pullman.


Iscrizioni e informazioni: martedi 25 giugno e martedi 2 luglio in sede Cai dalle 21.00
o referente gita Valeria Orsetti    333 7607435
Sabato 20 e Domenica 21 luglio

Salita escursionistica sulla cresta di confine con l’ Austria con vasti panorami sulle vedrette poste a nord dell’Italia, con vista stupenda sul superbo Collalto.

Sabato 20 luglio
Per autostrada del Brennero fino all’uscita di Bressanone, quindi per la Val Pusteria fino a Brunico e proseguire per la Valle Aurina fino a Campo Tures e deviare per Riva di Tures. Sosta lungo il percorso. Da Riva si parte a piedi per facile sentiero che attraversa boschi e vallette per arrivare al Rif. Roma dove pernottiamo.
Difficoltà: E
Tempo: 2,30 ore.
Dislivello: +700m.
Equipaggiamento: da escursionismo.

Domenica 21 luglio
Gruppo Alpinistico:
Partenza per la vetta alle 7,00 per sentiero n 8 si attraversano vari torrenti che scendono dal Collalto si prosegue su sentiero a grandi lastre e in parte assicurato. Arrivati a un piccolo laghetto troviamo un bivio e prendendo a destra saliamo per un vallone, superiamo il torrente su passerella e superiamo dei baraccamenti. Per detriti e piccoli nevai si arriva alla forcella di confine da dove volgendo a sinistra, per cresta, arriviamo sulla vetta. Si ritorna per la stessa via fino al bivio dove ritroviamo l’altra comitiva e scendere assieme a Riva per sentiero n 8b.
Difficoltà: EE
Tempo: 10,00 ore.
Dislivello: +1000m. -1700m
Equipaggiamento: da escursionismo adeguato alla quota.
Accompagnatori: Celeste Groppo (AE), Stefano Santolin

Gruppo Escursionistico:
Partenza ore 9,00 per lo stesso sentiero percorso dagli altri fino al bivio e salire quindi alla Malga Ursprungalm (Sorgiva) dove si effettuerà la sosta pranzo con stupenda vista sul Collalto e sulle Vedrette di Ries con il Monte Nevoso. Dopo la sosta si scende al primo bivio (8b) e calare assieme all’altra comitiva fino a Riva.
Difficoltà: EE 
Tempo: 6,00 ore.
Dislivello: +300m. -900m
Equipaggiamento: da escursionismo.

Ore 6.45 partenza da Chiampo.

Ore 7.00 partenza da Arzignano.

Ore 21.00 arrivo previsto ad Arzignano.

Trasporto: Pullman.


Iscrizioni e informazioni: martedi 2, 9 e 16 luglio in sede Cai dalle 21.00
o referente gita Celeste Groppo    349 6336030
Sabato 24 agosto

L’escursione si sviluppa nella riserva naturale del Monte Bondone, la montagna di Trento. Le sue tre cime si innalzano a pochi chilometri dalla città, con alte scoscese pareti che dominano a sud-est la val d’Adige, e con paretine di roccia e pendii erbosi sul versante nord-ovest, che digrada fino al vasto altopiano di pascoli delle Viote. Partiremo dal centro fondo (1567m) e seguiremo il sentiero 607 che passa accanto alla sfera metallica dell’osservatorio astronomico “Terrazza delle stelle”. Un tratto ripido lungo la Costa dei Cavai ci porterà alla sella erbosa della Bocca di Vaiona, che si apre sulla valle del Sarca. Continueremo sul panoramico costone con vista da una parte sul gruppo del Brenta e Adamello e dall’altra sulla val del Merlo e le tre sommità del Bondone, ovvero Cima Verde, Doss d’Abramo e Cornetto.
Per tracce e pietraie raggiungeremo a quota 2180 m la cima più alta, ossia il Cornetto.
Dopo una sosta che appagherà la nostra vista, percorreremo alcuni saliscendi che ci porteranno alla sella che divide Cornetto e Doss d’Abramo. Quest’ultimo lo aggireremo, sempre per sentiero, tagliandone lo scosceso pendio occidentale fino a tornare sul costone che ora si affaccia sulla val d’Adige. Il panorama dal sentiero 636 verso Cima Verde coglierà la nostra attenzione per la stratificazione rossastra delle rocce del versante meridionale. Arrivati alla cima (2102 m) il paesaggio che si apre meriterà veramente un’altra sosta, prima di intraprendere la discesa tra mughi, larici e latifoglie che ci riporterà alle nostre auto.

Difficoltà: EE
Tempo: 5,00-6,00 ore.
Dislivello: +850m. -850m
Equipaggiamento: da escursionismo.

Ore 6.30 partenza Arzignano da parcheggio Destra Chiampo.

Ore 18.30 arrivo previsto ad Arzignano.

Trasporto: auto proprie.


Accompagnatori :Cinzia Bruttomesso, Nicola Concato.

Iscrizioni e informazioni: martedi 23 e 30 luglio in sede Cai dalle 21.00
o referente gita Cinzia Bruttomesso    333 9959351

News dal CAI

  • ARCHIVIO BIBLIOTECA SEZIONE
    ARCHIVIO BIBLIOTECA SEZIONE
    Cari soci,siete alla ricerca di una lettura? Avete bisogno di un'ispirazione per le vostre prossime escursioni? Vi serve un manuale di montagna? Presso la nostra sede troverete a vostra disposizione libri e manuali per il prestito e guide per la consultazione, SOLO per i soci CAI.Sul nostro sito troverete l'elenco dei titoli presenti nella nostra biblioteca.Scarica il file allegato!Per informazioni e prestiti Vi aspettiamo in sede i Martedì nel nostro orario di apertura dalle 20:45 alle 22:30!

Newsletter

Link Esterni